21.09.2022

Avvenire.it

👉 I familiari di persone con disabilità illusi e rimasti senza il provvedimento che doveva tutelarli.

👉 Chiarini (Confad): noi rivendichiamo quell’impegno. E insistiamo per i progetti di vita autonoma.

Ansa

Nelle famiglie con persone con disabilità la delusione è innanzitutto per la mancata approvazione della legge sui caregiver familiari. Il disegno di legge presentato nel 2019 al Senato, si è subito incagliato prima per lo scoppio della pandemia e poi per ragioni di bilancio, provvedimento infatti ritenuto troppo oneroso per lo Stato.

Il ddl è finito su un binario morto e lasciato scadere con lo scioglimento delle Camere.

Ennesima delusione di questa Legislatura, che si aggiunge alla mancanza dei decreti attuativi della legge delega sulla disabilità e alle penalizzazioni che si sono palesate per le famiglia con persone disabili a carico dall’introduzione dell’Assegno Unico……..

CONFAD, organizzazione che rappresenta circa 20mila famiglie con disabilità, continua nel proprio impegno per garantire diritti e tutele alle persone con disabilità e ai loro familiari con decisione su quattro obiettivi principali: una legge nazionale che tuteli i caregiver familiari, promuovere i progetti di “Vita indipendente” L.328/2000, una seria verifica dell’applicazione della L.68/99 sull’inclusione lavorativa delle persone con disabilità, sanare l’odiosa penalizzazione delle famiglie con disabilità dovuta all’introduzione dell’Assegno Unico Universale.

➡️ Articolo integrale ⬅️